Viaggiare non è mai abbastanza.

Namibia 2019: Diario di viaggio – Day 13

334

Ci svegliamo prima dell’alba, oggi ci aspetta il primo giorno pieno di safari in Namibia e vogliamo iniziare guardando l’alba dalla meravigliosa piattaforma di Olifantrus.

 

alba etosha

 

Siamo tra i primi ad arrivare, prendendo i posti migliori, nella speranza di qualche super avvistamento.

Risultato?

Springbok, springbok e ancora springbok.

 

safari namibia

 

Vi ho parlato dei meravigliosi springbok? :megalol: 

Yuppy, qualcuno contenga il mio entusiasmo!

Torniamo in camper, facciamo colazione e partiamo alla volta di Halali, il nostro campeggio per la notte.

Il mio sogno è vedere i leoni, chissà se ci riusciremo.

Iniziamo l’esplorazione ma alle varie pozze troviamo solo giraffe, oryx, zebre, struzzi e… springbok.

Giraffe, zebre, struzzi, springbok.

Struzzi, zebre, springbok.

 

safari namibia

safari namibia

 

Ma è tutto qua o siamo sfigati noi? Più passano le ore meno animali si vedono in giro.

“Luca, tra poco mi sparo un colpo, sarebbe questo il meraviglioso safari? Girare come trottole avanti ed indietro per vedere poco o nulla?”

“Giò ad essere sincero mi sto annoiando anche io. Vuoi che andiamo a pranzo?”

Tradiamo i nostri panini decidendo di mangiare al ristorante di uno dei resort interni al parco, mangiare all’ombra accarezzati dal venticello fresco è molto più piacevole di girare a vuoto.

Il pranzo (mediocre) però non può durare per sempre quindi risaliamo sul camper e continuiamo la nostra soffer..il nostro safari.

“Senti Peruz ma a te mancherà l’Africa quando saremo a casa?”

“Proprio no, anzi, sarò grato ogni giorno per riavere la mia doccia!!” :megalol: 

Mi metto a ridere, quando siamo negli USA non vede l’ora di tornare in ufficio mentre in Africa non vede l’ora di riavere la sua doccia. :4_joy:

Come cambiano le cose!

Il pomeriggio prosegue abbastanza noioso: l’unico brivido è un elefante ci attraversa la strada, poi vediamo il famoso pan di Etosha, qualche zebra e…springbok.

 

etosha

safari namibia

safari namibia

safari namibia etosha

 

Che noia, che barba, che noia.

Ma che ci trova la gente nel safari? :hmm:Io mi sto annoiando a morte.

Luca sembra leggermi nel pensiero e mi dice che il safari non è sempre così, oggi abbiamo solo avuto tanta sfortuna e domani andrà meglio.

Non può piovere per sempre no? Speriamo.

Arriviamo ad Halali, il nostro campeggio, dove proviamo a fare il check in.

 

Tentativo 1: Buongiorno, vorremmo fare il check in per favore.

Nessuna risposta, la tizia continua a chiacchierare e ridere con la collega.

Tentativo 2: Scusi, vorremmo fare il check in, please.

Ancora nessuna risposta, disinteresse totale.

Tentativo 3: Ehi, scusi, siamo ospiti del campeggio, potremmo fare il check in per favore?

La tizia si gira, ci guarda e torna a ridere con la collega senza darci risposta ed ignorandoci completamente.

 

Mi giro verso Luca, probabilmente con il fumo che esce dalle orecchie.

“Ma ci sta prendendo per il c… questa?” 

“Giò…sta calma.”

“Io sono buona, paziente, accomodante ma se c’è una cosa che non sopporto è essere presa per i fondelli, a maggior ragione da gente a cui sto portando dei soldi”

“Ti sei dimenticata di dire egocentrica!! :4_joy: No dai, hai ragione, questa è una….!” (Evito di ripetere la parolaccia)

“Parlale tu Luca altrimenti va a finire che io la prendo a pugni!”

Luca alza la voce e finalmente la tizia, evidentemente scocciata, ci guarda con aria interrogativa e strafottente dicendoci che non c’è alcuna fretta.

Giò, stai calma….

Ci indica la piazzola e noi usciamo dalla porta della reception con un diavolo per capello, chiedendoci come possa una receptionist essere così maleducata.

In generale ci siamo accorti di una cosa: nei resort privati sono tutti gentilissimi, nei resort statali invece l’educazione non è di casa.

Risaliamo in camper ed andiamo a cercare la nostra piazzola, ben diversa da quelle a cui eravamo abituati.

Qui ad Halali le piazzole sono una attaccata all’altra e l’atmosfera è tutto fuorchè paradisiaca.

 

campeggio halali

 

Eh vabbè, l’importante è essere dentro al parco, per un paio di giorni ci si adatta.

Ma cavolo, è tardissimo!!

Per colpa della gentilissima signora della reception si è fatto tardi, rischiamo di perderci il tramonto.

Apro il frigo, prendo due birre e ci dirigiamo di corsa verso la pozza di Halali, dove sono ovviamente già tutti in posizione.

C’è un rinoceronte con il suo cucciolo e lo scenario, abbinato alla luce del tramonto, è da sogno.

Ma quanto è bello?

 

safari namibia

safari namibia

safari namibia

safari namibia

 

Oggi è stata una giornata da dimenticare ma si è conclusa in modo fantastico, tanto che quasi mi ha fatto dimenticare tutto il resto.

Tramonto, rinoceronte e cucciolo…per giunta in una pozza in cui dicono di solito si veda poco o nulla.

Si, ha decisamente compensato tutta la sfiga della giornata.

Ancora emozionati torniamo in camper, ci vestiamo ed andiamo al ristorante.

La cena è a buffet ed anche qui notiamo un’incredibile differenza sia di varietà che di qualità con i resort privati.

NWR insomma bocciatissima, in tutto e per tutto.

La cena vola via in fretta e noi ce ne torniamo in camper, ci mettiamo a letto e facciamo gli scongiuri che domani sia una giornata più fortunata di quella odierna.

Grazie al cielo qualcuno ci ha dato ascolto!! 

 

– Clicca qui per la giornata precedente –

 

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Lascia una risposta