Viaggiare non è mai abbastanza.

Strasburgo, cosa vedere e cosa fare nel capoluogo dell’Alsazia

1.316

Se mi chiedessero cosa mi è piaciuto di Strasburgo risponderei tutto.

Si, so che dovrei essere più specifica, ma la verità è che di questa città ho amato davvero ogni cosa.

La maggior parte di noi la conosce soltanto come la sede delle più famose istituzioni europee ma Strasburgo è molto di più. Strasburgo è una città talmente bella e a misura d’uomo da diventare la mia città francese preferita, spodestando addirittura Parigi dal primo posto di questa mia personale classifica.

La città alsaziana è riuscita ad emozionarmi e a farmi sentire, per tutto il tempo, come se fossi dentro a un libro di favole: le case a graticcio, l’atmosfera romantica, la fioritura del glicine, i cigni nel fiume…roba da darsi un pizzicotto e chiedersi se è tutto vero o stai sognando.

Si, Strasburgo è un sogno ad occhi aperti, un sogno che ha anche il pregio di essere piuttosto facile da visitare. Un paio di notti infatti bastano per scoprire tutte le meraviglie che la piccola città ha da offrire.

 

strasburgo cosa vedere

 

 

Cosa non perdere a Strasburgo?

 

La piazza della cattedrale

Vi consiglio di recarvi in questa piazza appena arrivati a Strasburgo.

Qui infatti potrete far visita all’ufficio turistico dove il gentilissimo personale vi fornirà mappe e indicazioni utili a rendere la scoperta della città ancora più piacevole.

Potrete iniziare la vostra visita proprio qua, uscendo dall’ufficio e volgendo lo sguardo alla vostra destra: qui, proprio accanto all’ufficio del turismo, si trova infatti Maison Kammerzell.

Cos’è Maison Kammerzell?

Maison Kammerzell è una tipica casa a graticcio, costruita e decorata tra il XV e il XVI secolo in stile tardo-gotico, su ordine di uno dei più ricchi mercanti di Strasburgo. E’, grazie alle splendide decorazioni presenti sulla facciata, una delle case più belle della città.

Maison Kammerzell strasburgo

 

 

La Cattedrale e l’orologio astronomico

La visita di Strasburgo non può che continuare con la meravigliosa cattedrale gotica di Notre Dame de Strasbourg che, con la sua unica guglia alta ben 142 metri, è stata di fatto l’edificio più alto della cristianità fino al XIX secolo.

La costruzione della cattedrale iniziò nel 1015 in stile romanico ma la sua costruzione proseguì seguendo i canoni dell’architettura gotica francese e tedesca del periodo.

Gli esterni vennero definiti da Victor Hugo come “il più grande libro a cielo aperto del Medioevo” per il suggestivo effetto ornamentale dato dalle  statue che insieme ai riflessi di luce accentuano il chiaroscuro della bellissima facciata.

strasbourg

strasburgo cattedrale

 

All’interno della cattedrale da non perdere è il meraviglioso orologio astronomico, un capolavoro il cui meccanismo, perfettamente funzionante, risale al 1842.

 

Come funziona l’orologio  astronomico?

L’anno è rappresentato da un calendario perpetuo a forma di anello con i mesi, i giorni con i rispettivi santi e le feste fisse e mobili.

A rappresentare le settimane ci sono le divinità: Apollo la domenica, Diana il lunedì, Marte il martedì, Mercurio il mercoledì, Giove il giovedì, Venere il venerdì e Saturno il sabato.

A scandire il tempo invece ci sono i simboli delle quattro età della vita: per il primo quarto d’ora c’è un bambino alato, per il secondo un ragazzino adolescente, per il terzo un adulto e per il quarto un anziano.

Tutti passano davanti alla morte rappresentata da uno scheletro con la falce in una mano e il battaglio, con qui batte le ore, nell’altra.

Dopo i rintocchi dell’orologio astronomico di Strasburgo, un bambino alato diverso rovescia la clessidra.

A mezzogiorno, inoltre, le statue degli apostoli passano davanti a Gesù che benedice i presenti e il gallo sbatte le ali cantando tre volte.

orologio strasburgo

 

La Petite France

La Petite France è il quartiere storico della città, il più pittoresco e caratteristico di Strasburgo.

Qui il colpo di fulmine è assicurato dato che tutto sembra uscito da un libro di favole: case a graticcio riflesse nell’acqua, ponti mobili che si aprono al passaggio dei battelli, ristorantini affacciati sui canali.

Come si fa a non innamorarsi di un luogo così?!

Un tempo qui abitavano mugnai, pescatori e conciatori di pelli e proprio qui si trovava l’ospedale dove venivano curati i malati di sifilide, il cosiddetto “mal francese”.

Proprio per questo il quartiere è stato chiamato Petite France.

L’avreste mai detto? Io no!!

piccola francia

 

I Ponti Coperti

Uno dei luoghi più magici e fotogenici di Strasburgo, un gruppo di tre ponti sovrastati da quattro torri aventi, al tempo, funzione difensiva.

I ponti coperti si trovano all’estremità del quartiere della Petite France e, anche se la copertura è scomparsa nel XVIII secolo, hanno mantenuto il loro nome originario.

ponti coperti strasburgo

Se volete avere una vista meravigliosa dei ponti coperti vi consiglio di salire sulla terrazza panoramica.

E’ allestita proprio sopra lo Sbarramento Vauban e la vista è mozzafiato. Da qui potrete fare foto spettacolari!!

 

Il parlamento Europeo

Uno sguardo al parlamento europeo è d’obbligo se vi trovate a Strasburgo.

E possibile visitarlo internamente ma io, per mancanza di tempo, mi sono accontentata di vederlo solo dall’esterno: un’opera architettonica notevole, che merita sicuramente di essere vista, anche se solo da fuori.

Potete raggiungerlo in auto o con il comodo tram che parte dal centro città.

parlamento europeo

 

Place Kleber

Il paradiso dello shopping.

Place Kleber è l’enorme piazza dove, in dicembre, vengono allestiti l’albero di Natale e i famosissimi mercatini.

Se siete a Strasburgo in un altro periodo comunque non disperate, Place Kleber, oltre ad essere molto bella, è circondata da negozi di ogni genere. Come non citare i famosissimi magazzini Lafayette, dove è possibile trovare davvero qualsiasi cosa si desideri?!

piazza shopping strasburgo

 

La passeggiata lungo il fiume

Passeggiare lungo il fiume è una delle cose più piacevoli da fare a Strasburgo.

La brezza, i cigni bianchi, i colori dei fiori… un vero e proprio spettacolo che vi consiglio di non perdere.

foto chiesa fiume strasburgo

 

Un giro in battello

Il giro in battello è uno dei MUST DO a Strasburgo.

La crociera più gettonata dura circa un ora e un quarto e permette di vedere tutti gli angoli più belli della città, dalla Petite France al quartiere delle istituzioni europee.

E’ possibile scegliere tra battelli scoperti e coperti. In primavera ed estate vi consiglio senza dubbio quelli scoperti, vedere Strasburgo dal fiume con il sole che accarezza la pelle è impagabile.

Potete scegliere di fare i biglietti online oppure direttamente sul posto. Noi li abbiamo fatti sul posto di prima mattina per poter scegliere il battello senza copertura e non abbiamo avuto nessun problema di disponibilità.

Se volete dare un’occhiata agli orari e ai costi vi consiglio di consultare il sito Batorama.

giro in battello strasburgo

Non perdetevi anche la guida pratica di Strasburgo, dove troverete tutti i consigli utili per visitare la città.

 

Articoli correlati:

Strasburgo, guida alla visita: tutte le info pratiche

Colmar, guida alla pittoresca città Alsaziana

Strada dei vini d’Alsazia: quali sono i paesi più belli?

I luoghi più instagrammabili dell’Alsazia: quali sono e dove si trovano

Alsazia: cosa non perdere in una delle più belle regioni francesi

Alsazia, la guida completa

Cosa mangiare in Alsazia: le specialità culinarie

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Lascia una risposta